Autore: Marco Bonatti

Una giovinezza straordinaria

Può la giovinezza di un ragazzotto qualsiasi, che dopo anni di “divaning” si scopre leone sulla bici e nello sport, meritare un sito apposito? È degna di attenzione la storia di un adolescente che [Leggi…]

Era solo un incubo

Mio adorato Casteldimezzo, stanotte ho fatto un incubo. Ho sognato una vita da piccolo borghese, un piccolo, miserabile borghese come i tanti che brulicano per le via di una città, una qualunque, non importa [Leggi…]

Cinque cose belle della vita

Dopo l’ormai lontano bilancio dei miei 40 anni, eccomi a buttare giù qualcosa che sa vagamente di… avvicinamento alla dipartita da questa valle di lacrime. Dopotutto, nessuno è eterno! Ebbene, ho deciso di fissare [Leggi…]

La città è morte

Dopo quasi 15 anni vissuti in collina, con tante belle avventure da ciclopendolare, varie questioni mi hanno indotto a tornare a vivere in città. Ebbene, ora che ho un termine di paragone ben preciso, [Leggi…]

Natale 2020: bici, piedi e risate!

Avete presente il famoso detto “la corsa la rendono dura i ciclisti”? Beh, riadattandolo un po’ potremmo dire che “il trofeo Bonatti lo rendono interessante i partecipanti”: un motto che quest’anno ha avuto l’ennesima [Leggi…]

Il post-Covid.

Di questi tempi sembra che, usciti dal Covid, vivremo un nuovo periodo dell’oro. Questo articolo ci riporta purtroppo con i piedi per terra. Il Covid 19 è solo la prima delle sberle che la [Leggi…]

Un nuovo sito sul bici+treno

Lo so, ho già una pagina in cui parlo del bici+treno (e addirittura un’altra in cui mi spingo fino al bici+treno+traghetto); voglio però dare maggior risalto ad un lavoro che in quella pagina ho [Leggi…]

La normalità

E siamo alla seconda ondata di questo malefico virus, il Covid-19. Prevedibilissima, nonostante lo sgomento generale. Per tanti è l’occasione per riprendere a pontificare su cosa è giusto e cosa non lo è. Tutta [Leggi…]

Mendola 2013: il Natale dei temerari

N.B Quest’anno il giornale Alto Adige ha voluto dedicarci un articolo, che trovate tra le immagini in fondo alla pagina. Svegliarsi all’alba la vigilia di Natale, scrutare il cielo plumbeo e la strada bagnata, [Leggi…]